Paura di sbagliare

Il progetto Cloudwords: oltre le parole. Le parole esprimono concetti, il significato dei concetti che stanno alla base di un progetto informatico in generale e di trasformazione digitale nello specifico, sono gli elementi distintivi di un approccio metodologico di successo.

22 Giugno 2022

#digitaltransformation #cloudwords

Le nostre "Cloudwords". Episodio 10: Paura.
In un progetto di trasformazione digitale, la preoccupazione da parte del cliente è comprensibile.


Paura di sbagliare

Perchè mai parlare di Paura? Non è mai consigliato parlare di concetti negativi quando ci si rivolge alla propria platea!

Parliamo di Paura perchè paradossalmente è uno stato d'animo che dobbiamo affrontare quotidianamente tra i nostri clienti quando proponiamo un progetto di innovazione e trasformazione digitale. La nostra sfida inizia ormai sempre dal dover trasformare la paura in Fiducia e Fede che qualcosa di nuovo si possa fare.
(spoiler: non solo a livello tecnologico!)

Il termine Paura caratterizza sempre più spesso i nostri vissuti. Paura di sbagliare e paura del futuro, paura di cambiare e paura di scegliere correttamente.
Analizzando le declinazioni di paura nel nostro scenario di business, spesso riscontriamo un forte timore nei confronti del consulente tecnologico e grande diffidenza verso la soluzione o progetto digitale che propone!

La necessità della soluzione è sentita, soprattutto ai livelli più alti, ma si affianca ad una paura che spesso diviene ostacolo palpabile per il via libera di un qualsiasi progetto di innovazione digitale. Perchè?

‘Once biten, twice shy’.
Si tratta di un classico e deprecabile 'timore del cambiamento'?
Ci pare una risposta troppo facile e comoda.

Si tratta di un ancor più criticabile resistenza al progresso tecnologico?
Non crediamo proprio.

Quando una soluzione crea davvero valore e non richiede un tempo eccessivo per la sua adoption, il successo è immediato.
WhatsApp ha raggiunto il miliardo di utenti in pochi mesi.

Non è vero che si ha paura della tecnologia.
Il fatto è che non ci fidiamo di cosa ci viene proposto, del risultato che si raggiungerà e di conseguenza mettiamo in discussione chi ci propone la soluzione.
Dobbiamo ammettere però (come ingegneri informatici e advisor digitali) che questa paura ha delle basi reali.

Ogni utente di soluzioni informatiche (dipendente di azienda o cittadino che sia) ha avuto esperienza diretta di progetti IT spesso condotti male, giunti in ritardo, difficili da utilizzare, lontani dalle esigenze reali, meno efficienti del previsto se non assolutamente inefficaci.

"Once biten, twice shy", dicono gli inglesi: una volta che sei stato morso, la seconda volta ci stai attento.

Il nuovo ruolo dell'informatica nella trasformazione digitale.
Non siamo più agli anni zero dell'informatica quando qualsiasi soluzione portava comunque valore risparmiando lavoro e moltiplicando la velocità di esecuzione.
Il risultato positivo era quasi scontato.

Oggi ormai l'output dei progetti IT, e Digital in generale, non è più un accessorio che si affianca ad azioni e processi reali che possono funzionare anche senza tecnologia, ma permea in maniera consistente ogni aspetto del nostro mondo fondendosi e creando un tutt'uno con ogni cosa che facciamo.

In questo scenario un nuovo progetto digitale può paradossalmente anche distruggere valore o comunque portare solo una parte dei vantaggi attesi, se non è primariamente gestito in modo corretto, in primis dal punto di vista strategico più che tecnologico ed operativo (due elementi di valore, ma accessori).

La paura che il consulente IT faccia dei disastri invece di creare valore è quindi abbastanza fondata, visto le esperienze negative che molti hanno già sperimentato in questa nuova era.

Filosofia, metodo, visione ed esperienza al centro.
Negli ultimi 10 anni l'oggettiva sempre maggiore facilità d'uso e di configurazione delle principali piattaforme informatiche ha abbassato la soglia di accesso e ha sdoganato la tecnologia che ormai è fortunatamente un qualcosa di mainstream.
C'è anche però l'altra faccia della medaglia: è possibile per chiunque improvvisarsi e provare a fare.

Questa tecnologia sempre più accessibile e facile da usare è in realtà però sempre più iperconnessa e complessa dietro le quinte.

La sua facilità d'accesso ha purtroppo abbassato la competenza ed attenzione di molti player con un impatto, anche catastrofico, sulla bontà, qualità e professionalità dei progetti.
La stessa facilità spesso ha portato a superficialità nell'analisi e nelle scelte ad essa conseguenti, dando la possibilità a tutti di essere "esperti" di tecnologia e snetirsi capaci di affrontare qualsiasi scenario.

Oggi un progetto digitale ha successo, e crea fiducia, solo se a guidarlo sono un approccio metodologico solido, esperienza, visione e strategia. L'informatica, per cui serve certamente la massima competenza, rimane comunque solo uno strumento (seppur straordinario), e paradossalmente non il principale focus del progetto.

Ecco: la paura e reticenza dei clienti verso nuovi progetti informatici spesso è stata creata dagli stessi attori che se ne lamentano e devono "combatterla" ogni giorno.

Tocca al cliente discriminare.
Quindi anche e soprattutto nell'informatica di oggi il timore e più che giustificato. Come superarlo?
Come essere ragionevolmente sicuri che l'interlocutore sia quello giusto?

Tocca al cliente farlo e lo può fare anche senza nessuna conoscenza di informatica. L'azienda oggi ha bisogno di un rapporto diretto 1 a 1 con le persone che concretamente svilupperanno la soluzione. L'azienda oggi ha bisogno di un consulente strategico di processi digitali, una persona o meglio un gruppo di persone con una conoscenza tecnica e di business e con la capacità di applicarla al particolare scenario aziendale.

La regola è scegliere non guardando a prodotti e tecnologie, ma a chi parla di strategia, obiettivi e di business digitale.

Ce ne sono, ma non sono molti.



Per altri contenuti pubblicati.
Cloudhero
COME POSSIAMO AIUTARTI

Parlaci della tua azienda, organizzazione, del tuo progetto o idea per capire insieme come poterti aiutare a far crescere il tuo business e rendere i tuoi processi più efficienti grazie alle tecnologie informatiche in Cloud.

COSA FACCIAMO

Specialisti in ingegneria informatica e sviluppo software Cloud oriented. Progettiamo e realizziamo applicazioni cloud native ed ambienti cloud tailor made, orientati alla trasformazione digitale e gestione digitale dei processi in Cloud.

SEGUICI

Linkedin

Cloudhero
Via Luigi Galvani, 22/A.
20025 Legnano (MI), Italia. P.Iva: 03486250966
Silver Partner Microsoft
ISO 9001
ISO 9001
Shape Your Own Cloud!
Copyright 2022 © Tutti i diritti riservati.   |   Cookie & Privacy policy   |   Contattaci